Cambiare ritmo alle organizzazioni

Hai mai pensato

“Ho perso un cliente.

“Vendo di meno.”

“Dovrei sbrigarmi, specie verso i clienti.”

“Le persone che ho assunto sono diverse da come erano sembrate nel colloquio.”

Quali cose si devono sapere per lavorare meglio?

 

Le cose cambiano e a volte anche in fretta. Fattori sociali, concorrenti e innovazione tecnologica cambiano continuamente i riferimenti e mettono a dura prova le strutture, i comportamenti e i processi.

Il cambio di ritmo non è più una scelta, è la normalità.

Cambiare ritmo significa saper apprendere velocemente, ottimizzare i tempi di messa a regime delle soluzioni, ottenere il cambiamento desiderato in modo preciso e rapido soprattutto nelle fasi operative.

Per evitare di inseguire domani quello che avrei potuto fare oggi.

Cosa possiamo fare con te:

  • Rendere più snello il processo decisionale, l’esecuzione dei piani, il controllo, attraverso il disegno delle strutture organizzative.
  • Ridurre il time to market, attraverso il ridisegno dei processi nell’area Marketing, Produzione e Supply Chain è possibile accorciare i tempi per presentarsi sul mercato con nuovi assortimenti di prodotto.
  • Aumentare le capacità di ascolto del mercato attraverso il disegno di processi, strutture e policy che favoriscano la comprensione delle esigenze dei clienti per migliorarne   la relazione e la capacità di fidelizzazione con il conseguente incremento di profittabilità.
  • Allineare tutta l’organizzazione tramite la definizione di sistemi di Pianificazione e controllo, chiari ed efficaci, che permettano di definire gli obiettivi e le modalità per misurarli.
  • Valutare l’adeguatezza delle risorse umane per verificare se sono in grado di recepire e gestire il ritmo scelto.
  • Individuare e gestire i talenti tramite strumenti che ne facilitino la selezione, l’inserimento e la gestione per migliorare e velocizzare la loro capacità di apprendimento, per sfruttare la meglio la loro potenzialità.
  • Accelerare l’apprendimento dei manager, grazie a percorsi di formazione anche attraverso moduli di e-learning e blended learning (per ridurre costi e tempi di trasferimento) di particolari conoscenze come (ad esempio): realizzare un business plan, saper realizzare un progetto, valutare i risultati, gestire la relazione con i clienti, rispettare i ruoli e le scadenze, lavorare meglio insieme, far funzionare i gruppi di lavoro, risolvere i problemi, decidere, saper comunicare.
  • Allineare l’information technology alle esigenze del business e dell’organizzazione per creare effettivo valore per l’azienda e per i clienti.