Family Business

La presenza forte dell’imprenditore e/o dei familiari nella conduzione operativa dell’impresa alza a dismisura l’asticella (la sfida) per i professionisti della consulenza, perché …

  • il bisogno non è strutturato, è quasi sempre complesso / complicato, risulta “spiazzante” per chi si avvale di risposte codificate, predefinite, certe
  • ci vuole una grande capacità di ascolto e di interpretazione del contesto, non sempre lineare, prevedibile
  • prevalgono aspetti di esperienza e senso pratico, piuttosto che di rigore nel metodo o nei fondamenti teorici
  • bisogna adeguarsi a vincoli di ordine economico-finanziario, forse più condizionanti che non in altri tipi di impresa
  • ci vuole tempo per avviare una collaborazione basata su empatia e fiducia, ma che …
  • una volta superata l’iniziale “diffidenza”, impressiona per attesa di risultati concreti, per impazienza, determinazione, perseveranza a raggiungere i traguardi prefissati.

Un ambito di lavoro che richiede approcci “sartoriali”, in grado di esprimere eccellenza in alcune aree disciplinari e, nel contempo, rapportarsi a network professionali, per coprire a 360° il bisogno e “insegnare come fare da soli la prossima volta” alle persone chiave per l’imprenditore.

Un ambito di lavoro che EOS interpreta con la vocazione dell’House Consultant, cioè di un team che vede esaltare le proprie credenziali etiche e professionali dal rapporto di mutua utilità con gli imprenditori e le loro aziende.